Misure straordinarie per la qualità dell’aria - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Notizie - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Misure straordinarie per la qualità dell’aria

 

Il sindaco Luca Prandini ha emesso apposita ordinanza per recepire a livello comunale le indicazioni contenute nelle misure straordinarie per contrastare l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria adottate dalla Regione Emilia-Romagna al fine di ottemperare a quanto previsto dalla condanna all’Italia della Corte di Giustizia Europea circa la qualità dell’aria nel nostro Paese, per ciò che riguarda il Bacino padano.

Le misure adottate dal Comune di Concordia hanno valore dal 1 marzo fino al 30 aprile 2021, e si dividono in misure permanenti e misure che si attivano nel momento in cui i parametri della qualità dell’aria sforano i livelli consentiti.

Misure emergenziali in vigore dal 1 marzo al 30 aprile 2021

  • divieto di circolazione nell’area del centro abitato del solo capoluogo dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, per i veicoli alimentati a benzina o diesel euro 0 e euro 1;
  • divieto di installare generatori alimentati a biomassa legnosa con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “4 stelle”;
  • divieto di combustione all’aperto;
  • divieto di installazione e utilizzo di impianti per la climatizzazione invernale e/o estiva nelle pertinenze degli edifici (cantine, vani scale, box, garage, depositi) e negli spazi comuni a più unità immobiliari (androni, scale, rampe);
  • obbligo di chiusura delle porte di accesso al pubblico da parte di esercizi commerciali per evitare dispersioni termiche.

Misure in vigore dal 1 marzo al 30 aprile 2021 solo nel caso in cui il bollettino emesso da Arpae nei giorni di controllo (individuati nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì), indichi con un bollino rosso che devono essere attivate le misure emergenziali a partire dalla giornata seguente all'emissione del bollettino di Arpae e fino al successivo giorno di controllo incluso

  • divieto di utilizzo nelle unità immobiliari di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “4 stelle”;
  • divieto di spandimento dei liquami zootecnici, ad eccezione delle tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo.

Scarica l'ordinanza completa di tutte le deroghe previste.

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (68 valutazioni)