Presentato lo studio di fattibilità per la riqualificazione del centro storico - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Notizie - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Presentato lo studio di fattibilità per la riqualificazione del centro storico

 

È stato presentato mercoledì 30 giugno in piazza Gina Borellini dal sindaco Luca Prandini e dall’Arch. Alessandro Bernardelli dello Studio di architettura Km 429 lo studio di fattibilità per la riqualificazione urbana del centro storico di Concordia. L’intervento è previsto dal Piano Organico del Comune ed ha l’obiettivo di perseguire una ricostruzione di qualità e rivitalizzare l’ambito urbano. I lavori sono stimati in 4,7milioni di € e sono già cofinanziati dalla Regione Emilia-Romagna con un contributo di 2,3milioni di €.

Per scaricare la presentazione clicca qui.

Il progetto di riqualificazione prevede tre stralci di intervento. 

Il primo stralcio interessa via Garibaldi e il tratto di viale Dante fino a via Decime, per dare continuità all’area antistante la nuova piazza Gina Borellini e completare la riqualificazione dell’asse stradale che arriva fino al nuovo municipio attraversando anche il rinnovato piazzale Marconi. La tempistica prevede il completamento dell’iter progettuale nel 2021 e l’avvio dei lavori nel 2022.

Il secondo stralcio comprende le aree di piazza Roma e via Mazzini, dove si interverrà per riorganizzare la viabilità e valorizzare l’asse commerciale. In questo caso si prevede di completare la progettazione nel 2022 e avviare i lavori nel 2023.

Il terzo stralcio riguarda piazza della Repubblica e via Muratori, dove si interverrà per riqualificare la piazza storica di Concordia una volta completato il ripristino di Palazzo Corbelli, i cui lavori inizieranno nel 2022.

Il progetto di riqualificazione è partito dall’analisi delle criticità del centro storico di Concordia, caratterizzato da spazi privi di gerarchia d’uso e poco flessibili per garantire una completa vivibilità del centro storico.

L’intervento prevede anche la riorganizzazione della viabilità all’interno del centro storico e la realizzazione di una nuova rotatoria nell’intersezione fra via per Mirandola, via Martiri e via Carducci al fine di eliminare l’impianto semaforico e rendere più fluida la viabilità potenziando nel contempo la sicurezza di pedoni e ciclisti.

Gli interventi saranno accompagnati anche dal completo rifacimento dei sottoservizi (fognature, gas, acqua) per sostituire condotte e tubature ormai vetuste e garantire un servizio efficiente.

Il sindaco Luca Prandini nell’illustrazione dello studio di fattibilità ha precisato che «si apre ora una fase di confronto e ascolto con tutte le realtà sociali, a partire dalle associazioni di categoria, per condividere l’intervento, renderlo coerente con le aspettative dei concordiesi e superare le eventuali criticità». «L’amministrazione - prosegue Prandini - è consapevole dell’invasività dell’intervento e proprio per questo metterà a disposizione un fondo per il ristoro dei commercianti impattati dai cantieri».  

L’Amministrazione comunale sta perseguendo la valorizzazione del centro storico attraverso più strategie che vanno dalla riqualificazione commerciale, alla cura del territorio, alla realizzazione di attività sociali e culturali che favoriscano la socializzazione e la vivibilità. «Il cammino per la riqualificazione di Concordia è ancora lungo, ma alla fine della ricostruzione - conclude il sindaco Luca Prandini - avremo una Concordia dinamica, moderna e capace di attrarre nuove opportunità commerciali e occupazionali».

La riorganizzazione degli spazi, l’utilizzo di materiali nobili come la pietra di Luserna, l’introduzione di arredo urbano di qualità renderanno il centro storico un luogo piacevole ed attrattivo in cui possano convivere commercio, residenza, sosta e attività ludico-ricreative estemporanee.

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (162 valutazioni)