Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Notizie - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

 

È promosso dal sindacato pensionati Spi Cgil Coordinamento Donne Area Nord, dalla Associazione Donne in Centro, con la collaborazione del Comune di Concordia, lo spettacolo teatrale "In(di)visibile. Storie di violenza nascosta e di donne che non si fanno spezzare". Una commedia scritta, diretta e interpretata da Elisa Lolli con musiche e accompagnamento dal vivo di Marco Sforza.

L’iniziativa è prevista presso la Sala delle Capriate (Via per San Possidonio 1) venerdì 3 dicembre alle ore 21 ed è promossa in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne che ricorre il 25 novembre. L'accesso è consentito esclusivamente ai soggetti con mascherina muniti di green pass.

Lo spettacolo nasce dalla raccolta di testimonianze di donne vicine e lontane che Elisa Lolli ha incontrato e studiato. Storie di violenza di genere, fisica, psicologica o verbale subite in ogni contesto possibile della vita di una donna, e ad ogni latitudine. Il comune denominatore di queste violenze sono il silenzio e l'invisibilità dei corpi martoriati e delle anime devastate. Allora il mostrarsi, a se stesse e al mondo, mettendoci il nome e la faccia, e se serve il proprio corpo è il primo passo per riappropriarsi di se stesse.

 

I SERVIZI A TUTELA DELLE DONNE NELL'AREA NORD

Sportelli ascolto legale
Interventi di supporto nell’emergenza, consulenza legale e/o psicologica, segretariato sociale, interventi psicoeducativi e di gruppo, accompagnamento nel disbrigo pratiche a seconda della situazione rilevata.
Mirandola
Viale Italia, 64
Mercoledì dalle 15:00 alle 18:00
Cel. 370 3068286
E-mail: sportelloascolto2020@libero.it

Finale Emilia
Martedì dalle 9:00 alle 12:00
(legale su appuntamento)
Cel. 370 3068286
E-mail: sportelloascolto2020@libero.it
Aperto tutti i mercoledì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Centro antiviolenza
Rivolto alle donne vittime di di violenza o di stalking
Medolla
Via Milano, 4 
Cel. 370 3068286
E-mail: sportelloascolto2020@libero.it
Aperto lunedì e giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e martedì e venerdì dalle 17.00 alle 19.00

Sportello donna
Sportello d'ascolto per le donne dei Comuni Modenesi dell'Area Nord gestito da volontarie dell'Associazione Donne in Centro
Mirandola
Viale Italia, 64
Tel. 0535 29683
E-mail: info@donneincentro.net
Aperto il mercoledì dalle 15:00 alle 18:00 e il venerdì dalle14.30 alle 18.00

 

I SERVIZI PER GLI UOMINI CHE MALTRATTANO LE DONNE

Liberiamoci dalla violenza (LdV)
Struttura dell'Azienda USL di Modena che intende fornire un percorso di accompagnamento al cambiamento per gli uomini

Presso il Consultorio di Via Don Minzoni, 21 a Modena
Per fissare un appuntamento telefonare al numero 366 5711079 o scrivere a ldv@ausl.mo.it

 

LA GIORNATA INTERNAZIONALE PER L'ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

La data del 25 novembre come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne è stata scelta dall’ONU, nella risoluzione dell’Assemblea Generale n° 54/134 del 17 dicembre 1999, a ricordo delle tre sorelle Mirabal, violentate e uccise il 25 novembre 1960 nella Repubblica dominicana.

Con la decisione di istituire tale giornata l’ONU ha voluto porre all’attenzione generale il fatto che la violenza contro le donne, manifestazione dello storico squilibrio nei rapporti di potere tra i sessi in ambito sociale, economico, religioso e politico, costituisce uno dei meccanismi sociali fondamentali di sottomissione delle donne e indebolisce o annulla i loro diritti.

Milioni di donne nel mondo sono vittime di violenze domestiche, schiavizzate in matrimoni forzati, comprate e vendute per alimentare il mercato della prostituzione, violentate come trofei di guerra, molestate sul luogo di lavoro, mutilate nell'intimità da pratiche obsolete. Donne umiliate, maltrattate, lese nell'autostima o ancora ostacolate nel raggiungimento dell'indipendenza economica, per poter decidere liberamente e autonomamente della propria vita. E sempre più spesso a infliggere la violenza sono padri, mariti, compagni, amici o conoscenti.

La violenza contro le donne è un problema universale che non conosce confini culturali e non è riconducibile a fattori sociali, economici, razziali, religiosi. La condanna alla violenza contro le donne deve essere unanime, così come l'azione e la mobilitazione perché il fenomeno - in continua crescita - venga efficacemente contrastato.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (5 valutazioni)